i cani di via lincoln

un romanzo criminale

I cani di via lincoln

Il romanzo I cani di via Lincoln scritto da Antonio Pagliaro e edito da Laurana è (dovrebbe essere) da oggi disponibile nelle librerie. Certamente lo è su ibs. Per gli anobiani una copia è già in catena di lettura. Qui il thread dove è possibile iscriversi.

Alcune persone sono state fondamentali per la scrittura del romanzo. Voglio ringraziarle anche qui, dopo averlo fatto nell’ultima pagina del libro.

Dunque ringrazio Nicolò La Rocca, Edo Grandinetti, Sauro Sandroni (massimo esperto di noir, e vedrete quando uscirà il suo romanzo), Elisabetta Rubicone ed Elisa Bolchi per avermi letto con attenzione. Ognuno di loro mi ha dato suggerimenti che hanno migliorato il libro. Alcuni di loro hanno anche prestato il nome a personaggi del romanzo. Mi scuso con i personaggi che ho trattato male.

Enzo Baranelli, alias Enzo B. di Anobii, è autorevole recensore e la sua recensione preventiva mi è stata di grande aiuto. Grazie Enzo.

Grazie al maestro Luigi Bernardi per avermi letto e aver accresciuto la mia autostima. E scusa Luigi se poi sono andato da un’altra parte.

Alberto Custerlina, da bravo noirista, mi ha dato preziosi consigli.

Grazie a Gery Palazzotto e a Raffaella Catalano ho avuto copia della tesi di laurea del poliziotto I.M.D. sulla criminalità cinese a Palermo. Mi è stata molto utile.

Grazie a Silvia Brunelli, a Sarah Daphne Baldassini, a Cristina Popple per la perseveranza.

Grazie a Lillo Garlisi per averci creduto subito. Ha letto il manoscritto e ha detto: si fa. Senza infinite e snervanti riunioni di redazione. Grazie a Gabriele Dadati, per l’editing accurato e per tutto il resto. E tutto il resto sono un sacco di cose. Gabriele, a Laurana, non si ferma mai.

La foto di copertina è del grande fotografo Franco Zecchin. Si chiama “Ospedale psichiatrico di Palermo, 1983”. Quando la vidi, me ne innamorai. Chiesi se era possibile usarla. A Laurana di queste cose di occupa Daniele Ceccherini. Contattò l’agenzia francese che detiene i diritti. Quelli, forse perché li abbiamo battuti ai mondiali, chiedevano un sacco di soldi. Alla fine però Ceccherini l’ha spuntata. Grazie Daniele.

Marina Rossi e Francesca Zelli della redazione di Laurana hanno letto e riletto le bozze correggendo un sacco di refusi.

Grazie a Giulio Mozzi, grande maestro. Intanto perché mi ha portato a Laurana quando gli unici a conoscere Laurana erano i fondatori. E poi perché Giulio è così: legge il romanzo su un treno, ti telefona e ti spiega cosa non va. Ti fa vedere ogni cosa da una prospettiva diversa, e tu ti accorgi che ha sempre ragione. Un uomo indispensabile.

Grazie a tutti loro.
E grazie a chi leggerà il romanzo.

Annunci

No comments yet»

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: